giovedì 29 ottobre 2015

Scherzetto . . . e funghetto


Antonov An24, cargo russo  in sosta a Torino Caselle

Mi sono concesso una distrazione...aerea (non quella dello scatto sopra).

Avevo avuto notizia che era previsto l'arrivo di un aereo cargo, domenica scorsa nel pomeriggio, all'aeroporto di Torino Caselle

Non si trattava di un cargo qualsiasi, bensì di un Ilyushin 76, velivolo targato "made in Russia", che attualmente è uno dei più grandi in circolazione.

Tutto felice, parto e - memore delle "spottate" fatte anni fa con mio figlio e altri amici del gruppo, vado a posizionarmi in un prato che favoriva la vista degli arrivi in prossimità della pista.

Passa un'ora, due, tre...ma del cargo nessuna traccia, ed in compenso la gente che si fermava aspettando l'evento, aumentava in modo esponenziale, a tal punto  che è dovuta intervenire la Polstrada per disperdere l'ingorgo che si era formato ai bordi della superstrada che conduce al terminal.

Aspetta, aspetta . . .poi arriva la notizia tramite i social. : "l'arrivo è stato spostato a martedì".
Tutti a casa.

Martedì mattina, aspetto che l'arrivo sia ufficializzato.
Passa il tempo ma tutti tacciono, compresa la stampa ufficiale.

Mi sono detto, : anche nell'ipotesi che l' Ilyushin non arrivi, vado lo stesso: di martedì, è possibile che arrivi  qualche bell'aereo dai colori vistosi.

Così è stato cari amici. Il cargo è stato rinviato "a data da destinarsi", ma io non mi sono annoiato.
In effetti, qualcosa di interessante è arrivata, ma la sorpresa maggiore è stata la presenza di un bel fungo, cresciuto chissà come nei pressi di una bealera che fa da limite tra un appezzamento di terra e quello confinante.


funghetto "aeroportuale"

Contrariamente alle mie abitudini, questa volta non pubblico scatti ma il video dell'arrivo di un aereo multicolore, proveniente  dalla Moldavia.
E' un Airbus A 320-200 della Wizzair, compagnia low cost ungherese.


Buona fine di Ottobre !

4 commenti:

  1. Caro Leonardo, vedo che trovi sempre qualcosa per passare il tempo, fai bene il tempo è quello che ci lega a noi stessi, io cerco di distrarmi con il tempo, e passo da voi per un po dimenticare che che mi preoccupa. Ciao e buona serata caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Complimenti Leonardo ... bella costanza! Magari i funghi cresciuti in prossimità di un aeroporto hanno un sapore speciale poiché immagino abbiano un retrogusto di cherosene :-)
    Buona giornata
    enrico

    RispondiElimina
  3. Ciao Leonardo, almeno il fungo era all'appuntamento, ma sei sicuro che fosse commestibile indipendentemente dal retrogusto di cui parla Enrico. Purtroppo in questo periodo gli aerei russi non sono molto puntuali (pur rispettando i morti dell'ultimo incidente aereo). Buon proseguimento di settimana.

    RispondiElimina
  4. Come i bambini, starei ore a vedere atterraggi e decolli!

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven