domenica 27 luglio 2014

un italiano vincente


la serenità di Vincenzo Nibali in corsa

A distanza di sedici anni dal trionfo di Marco Pantani, un  italiano sale il gradino più alto del Tour de France.

E' Vincenzo Nibali - soprannominato "lo Squalo dello Stretto" - , un ragazzo che a 29 anni corona degnamente un sogno coltivato da tanto tempo.
Merito suo certamente, le  vittorie nelle tappe di montagna - sui Vosgi, sulle Alpi e sui Pirenei -  e l'ottimo quarto posto nella cronometro individuale  di Bergerac lo dimostrano - , ma anche dei compagni di squadra della Astana che hanno collaborato in maniera strepitosa.
Non a caso, la Astana è stato l'unico team ad arrivare al completo sugli Champs Elysées.

Le premesse c'erano tutte: vittoria alla Vuelta di Spagna nel 2010, idem al Giro d'Italia l'anno scorso.
Nibali diventa il sesto ciclista nella storia ad aver vinto tutte le tre grandi corse a tappe europee, eguagliando così il record di Felice Gimondi, l'unico ad essere riuscito in questa impresa.

Cari amici, di questo atleta mi sono sempre piaciute due caratteristiche : anzitutto la sua serietà, cito una sua frase molto significativa :" ho vinto anche perché ci sono stati molti controlli anti-doping"...e la volontà di combattere, in qualunque situazione.

Oggi è un giorno di festa per lo sport in generale, per il ciclismo italiano in particolare, per me che amo questo sport!

10 commenti:

  1. Mi unisco alla tua felicità caro Leonardo..che piacere vederlo sul podio!
    Facciamo festa...abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...E festa sia, Nella!
      Io la passione per la bici l'ho ereditata da mio padre, entrambi a livello amatoriale.
      E' uno sport che fa riflettere, ad ogni pedalata è un mettersi in discussione...

      Abbraccio ricambiato, serena serata.

      Elimina
  2. Cara Leonardo noi tutti ci sentiamo orgogliosi di vedere un italiano nel podio e sentire che un semplice ragazzo senza grilli per la testa sia arrivato così in alto spero solo che non avvenga quei casi che fanno di tutto per poter scrivere qualcosa per diminuire questo grande successo.
    Un abbraccio caro amico e brindiamo tutti assieme con Vincenzo Nibali!!!
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione caro Tomaso, non è che i francesi abbiano fatto chissà che cosa per metterlo in evidenza, come era giusto che fosse.
      Diciamo che...sono stati costretti, davanti all'evidenza dei fatti !

      Un abbraccio caro amico, a presto.

      Elimina
  3. Ciao Leonardo mi unisco alla tua gioia e a quella di tutti i sportivi Italiani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tiziano, so di amici che sono addirittura andati in Francia a festeggiare questa importante vittoria.
      Tutto detto!

      A presto, buona serata.

      Elimina
  4. Ha compiuto certamente una bella impresa!
    Buona giornata
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vincenzo è indubbiamente forte e l'ha dimostrato, il suo team è stato grande a crederci da subito e a fare "squadra" intorno al suo capitano.

      Buona serata!

      Elimina
  5. piacere patriotico!!!
    buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ines, d' accordissimo!
      E una volta tanto non c'è stata discriminazione nord - sud . . .

      Grazie della tua presenza, a presto.

      Elimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven