martedì 29 aprile 2014

di mamma ce n'è una sola


Ciao, mamma|!
Ti scrivo, perché  - insieme alla preghiera - sono i modi in cui posso comunicare con te, che esattamente come oggi , 55 anni fa ( era il 29 Aprile 1959) prendesti l'ascensore per il paradiso.
Come stai ?
Io ti penso sempre come ti ricordo, cioè la persona allegra e positiva che cantava sempre, alternando le canzoni americane - tua terra d'origine - a quelle italiane.
Di te mio papà mi raccontava che sei stata molto corteggiata, eri "l'americana" che durante la guerra avevi lavorato ai Comandi militari di corso Matteotti a Torino, eri stata chiamata a fare l'interprete ( e ci credo!) insieme alla zia Anna, tua sorella.
Certamente la mia vita - e quella di mia sorella - da quel giorno cambiò radicalmente.
Senza nulla togliere alla famiglia di mio papà che ci presero in casa loro tutti quanti, l'importanza della mamma in una famiglia è assolutamente fuori discussione.
Se fosse stato per te,  oltre a me e a mia sorella avresti fatto una squadra di basket.... parole tue, che papà mi disse tanti anni dopo.
Come certo saprai, il tuo Nino non si sposò più, erano troppe le differenze che notava fra te e tutte le altre ; ancora oggi mi succede di parlare con persone che ti hanno conosciuta, e mi confermano quanto fossi amata!
Lo sai, sono estremamente convinto che nelle decisioni importanti , la tua presenza sia stata concreta e determinante nelle mie scelte di vita, e ti questo ti ringrazio infinitamente.
Come ogni martedì, oggi verrà mio figlio a trovarmi. Hai un nipote bravo e anche bello, lo sai?
Non ha avuto la fortuna di conoscerti di persona, ma penso che ti avrebbe voluto tantissimo bene.

Un grandissimo e affettuoso abbraccio da tuo figlio Leonardo!

Cari amici, anche questa volta ho scelto di parlare direttamente con mia mamma come faccio sempre, cercando di coinvolgere anche voi che, con la vostra presenza e i vostri commenti,  contribuite a farmi andare avanti in questa esperienza da blogger.
Grazie di cuore, un abbraccio a tutti quanti!



9 commenti:

  1. Caro Leonardo, che emozionanti parole... quanto ci mancano i nostri cari. Mia mamma e mio papà se ne sono andati insieme, troppo giovani, troppo presto, lasciandomi sola... (avevo 17 anni). Ti mando un grande abbraccio con tutto il cuore. Ale.

    RispondiElimina
  2. Ciao Leonardo grazie a te per avermi fatto partecipe di queste commoventi parole, ai ragione di mamma ce ne una sola!
    Ti auguro una buona serata e un amichevole abbraccio
    Tiziano.

    RispondiElimina
  3. Grazie di averci resi partecipi di questo commovente ricordo, la mamma resta sempre la mamma, come hai ragione e rimane sempre nel nostro cuore, io ho avuto la fortuna di averla fino a tarda età, ma a volte penso che non sono riuscita a farle capire quanto importante fosse l'amore che ci univa.

    RispondiElimina
  4. Una commovente lettera con parole piene di affetto e di amore che escono da un cuore sensibile, che ama!
    Un abbraccio e buona giornata da Beatris
    Un vero grazie per il tuo passaggio con gentile e gradito commento al mio blog.

    RispondiElimina
  5. ho letto la tua lettera col cuore pieno di emozione.
    l'amore per la tua mamma emerge in ogni parola che hai scritto e che certamente lei ha letto ed apprezzato con una benedizione speciale. ne sono convinta!
    grazie per la condivisione con un abbraccio sincero! Ines

    RispondiElimina
  6. Difficile dirti che grande commozione ha suscitato in me la lettura di queste tue parole destinate alla tua bellissima mamma.
    A qualunque età si perda la propria madre è sempre troppo presto.

    RispondiElimina
  7. Parole che toccano il cuore....le mamme, quando se ne vanno, lasciano sempre un vuoto enorme e certo, perderle in tenera età è terribile. Però sono sicura che lei ha sempre vegliato su te, perché penso che le mamme non ci lasciano mai....siamo sempre parte di loro, ovunque esse siano, così come loro sono per sempre nel nostro cuore.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Ciao Leonardo, dopo un po' che non venivo da te (causa problemi di salute) capito giusto su un bellissimo post. Certo che tua madre deve essere passata al di là dello specchio molto giovane e dalle tue parole si capisce il dolore che avete provato tu e la tua famiglia. Mia madre è ancora viva ed ha 97 anni. E' mio padre che è morto giovane e ne sento ancora la mancanza. Sono però convinto che ci ritroveremo tutti nell'aldilà. Un amichevole abbraccio.

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven