lunedì 24 marzo 2014

REPLICA !


Dopo il successo ottenuto lo scorso Ottobre, le Associazioni Riunite Venaria Ricorda , hanno riproposto "L'amore ai tempi della Viscosa".
 Una graziosa storia  tra leggenda e realtà, sulla scia dei diversi amori vissuti all'interno e all'esterno delle mura della fabbrica SNIA Viscosa, in una Venaria di altri tempi, con le contraddizioni di una città che incominciava a crescere grazie all'immigrazione dal Veneto e con le difficili condizioni sociali e lavorative del Ventennio fascista, con le sue ingenuità e i suoi semplici sogni... insomma, la storia di una Venaria che c'era una volta e che ora non c'è più.

Ancora una volta il Teatro Concordia ha registrato il tutto esaurito, sia Sabato sera, sia ieri pomeriggio.

Bravissimi gli attori  della compagnia " I retroscena", diretti dal regista Marco Perazzolo che ha condotto
 in  maniera esemplare.

Anche le associazioni musicali - tra cui la mia banda - hanno dato il loro contributo, con brani che hanno riportato alla ribalta canzoni degli anni 20  e 30, il periodo a cui si sono ispirati gli autori dell'evento; ho riascoltato brani celebri come - ad esempio - non dimenticar le mie parole , voglio vivere così , ma l'amore no...

Io non ho avuto direttamente esperienze con la SNIA, ma ricordo perfettamente il suono della sirena udibile da tutta la Venaria che io ricordo, anche quella che non c'è più.

Suonare per un evento del genere è stata una bella esperienza!

In questo breve video ho raccolto alcune mie immagini , con base nusicale "longstreet dixie", il brano con cui abbiamo concluso lo spettacolo.


Nessun commento:

Posta un commento

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven