martedì 18 febbraio 2014

Sanremo? Sanremo!



Al di là del battage pubblicitario che accompagna sempre questa manifestazione, il "Festival della canzone italiana" nel bene e nel male, ha accompagnato - e accompagna - la "vena" e le aspettative musicali di noi Italiani.
Mi aspetto sempre di ascoltare musica, testi e interpreti  all'altezza , cosa che purtroppo non avviene sempre.

Non potrò assistere alla prima serata di questa sera, ma attualmente la prova del martedì con la mia banda assume una particolare rilevanza, visti i prossimi impegni che ci attendono.

Restiamo in tema di Musica d'autore? Come no, oggi desidero fare gli auguri a Fabrizio de André, un poeta per eccellenza della cultura musicale nostrana. Oggi avrebbe compiuto 74 anni.

Il soprannome "Faber" con cui viene chiamato, gli fu dato dall'amico d'infanzia Paolo Villaggio, per la sua predilezione ai pastelli Faber - Castell.

Il cantautore genovese non partecipò mai al festival di Sanremo.
 Ve lo propongo in una sua canzone, simbolo degli anni '70 : "Il pescatore", in un concerto del 1998

Buona giornata !

9 commenti:

  1. Ci sarà Ligabue a rendere omaggio a De André, non sapevo che oggi avrebbe compiuto gli anni.
    Lo guardo ogni anno, anche se non arrivo a vederlo tutto. Ci vorrebbe più musica e meno chiacchiere.
    Grazie per questo post. Buona giornata.

    RispondiElimina
  2. Caro Leonardo, i San Remo di oggi li guardo con timidezza ma non so se poi continuo a guardare!!!
    Sono un vecchio tradizionalista della vecchia canzone italiana.
    Buon pomeriggio caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Ciao Leonardo, è un po’ di anni che ho smesso di guardare Sanremo, ora si dà troppa importanza al lato estetico che alla musica in sé, e questo non mi piace… fosse per me lo farei diventare un programma radiofonico.
    Tanti auguri a Fabrizio De Andrè, che ci ha lasciato un’eredità non indifferente…
    Un abbraccio caro Leonardo :-)

    RispondiElimina
  4. Ho avuto la fortuna di assistere ad un concerto e anche a conoscerlo di persona in Sardegna, era un grande, praticamente sono cresciuta con le sue canzoni.
    Grazie del ricordo

    RispondiElimina
  5. Ciao Leonardo, De André rimane sempre in alto con i grandi e San Remo che va più giù che su ciao buona serata.

    RispondiElimina
  6. Nemmeno io ho visto la prima serata: ero a teatro. Ma credo non vedrò manco le altre...non per snobbismo...ma ... MI ANNOIO A MORTE!
    Non ritrovo più la magia di quando, da bimba, andavo con mio babbo al CRAL dei ferrovieri: lì c'era la saletta pubblica con il televisore (che noi non avevamo) e ogni anno alla fine di gennaio era un vero avvenimento!
    Ciao Leonardo, sono spesso latitante ma ogni tanto ritorno. Buona musica.

    RispondiElimina
  7. Ciao Leonardo. Difficile che cantautori della levatura di De André vadano a Sanremo. Sono anni che non vedo Sanremo, non c'è nulla di interessante. Hai fatto una bellissima scelta con questa canzone di De André.

    RispondiElimina
  8. vedo il festival da sempre ma, anche se sono a pochi chilometri da Sanremo, non sono mai andata nella confusione cittadina.
    un caro saluto!

    RispondiElimina
  9. Ha fatto molto bene a non andare mai a Sanremo perché le sue canzoni sono da gustare ascoltandole più volte. Al festival vincono sempre le più orecchiabili, ma poi che vende di più sono le altre. Ciao Leonardo e buonanotte.

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven