domenica 22 settembre 2013

Le Associazioni Venariesi sulla via Maestra


Una bella mattinata di sole ha accompagnato le Associazioni Venariesi, in bella mostra nei gazebo allestiti lungo la via Maestra, via Andrea Mensa (ex via Carlo Alberto) ora isola pedonale.

La distanza totale tra piazza Vittorio Veneto - da dove ho eseguito lo scatto sopra - e piazza della Repubblica - l'ingresso alla Reggia Juvarriana - è di circa 65o metri ; i gazebo erano posizionati nella prima parte, praticamente fino alla piazza dell'Annunziata.

Erano presenti in tante, ho riconosciuto l'Associazione Marinai, i Bersaglieri, il gruppo Arcieri...

Naturalmente non poteva mancare il gazebo del Corpo Musicale Giuseppe Verdi, la mia banda!

Ecco un paio di scatti che ho fatto, con i rappresentanti ( tra cui il mio Presidente in prima persona) che pubblicizzavano - ovviamente - il prossimo inizio dei corsi musicali, che ogni anno raccolgono una notevole quantità di allievi.




Per me è stata una bella domenica mattina, iniziata ancora prima di andare a suonare per la santa messa delle 11.15

Buon inizio settimana, cari amici !

4 commenti:

  1. Penso sia stata davvero una bellissima giornata Leonardo.
    Buona settimana anche a te, grazie :-)

    RispondiElimina
  2. Anche qui ogni tanto organizziamo dei gazebo per le varie associazioni onlus negli spazi concessi dal Comune. E' impegnativo, ma poi dà molte soddisfazioni e partecipare è sempre molto piacevole e divertente, come immagino sia stato per te. Buona settimana a te.

    RispondiElimina
  3. Una bellissima iniziativa! Quel gazebo con gli strumenti musicali mi piace tantissimo:-)
    Ciao Leonardo, buona serata!

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven