mercoledì 12 giugno 2013

la "Civica" Centrale di Torino


la facciata della Biblioteca Civica Centrale

E' la penultima delle strutture pubbliche a cui mi sono iscritto.
Situata in via della Cittadella 5, su tre piani, dispone di  qualcosa come 524.553 volumi, sale per la consultazione di giornali e riviste, 471 audiovisivi (DVD e videocassette), 250 periodici microfilmati, 4 postazione per la navigazione in internet, 5 postazioni di interrogazione del catalogo on-line, una sezione di manoscritti rari, 8400 opere registrate per i non vedenti...ed è accessibile ai portatori di handicap.
Penso che come "numeri" questa struttura sia da considerarsi di alto livello.
Ho avuto anche modo di constatare la competenza del personale, oltre alla cortesia e disponibilità.

Ho fatto tutta questa "lunga" premessa, perché ho potuto utilizzare appieno il servizio internet, dopo il primo tentativo di pubblicare qualcosa tramite il tablet.

Ora posso ritenermi soddisfatto!

4 commenti:

  1. Mi fa piacere caro Leonardo che le nuove tecnologie ti possono dare queste comodità.
    Ciao e buon pomeriggio caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. E' bello quando ci sono queste strutture con servizi che funzionano...
    Buona serata, ciao

    RispondiElimina
  3. E' bello, vero, il tablet. Ti fa sentire autosufficiente.

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven