domenica 19 maggio 2013

" per la crescita "


Quello nella fotografia sono io, con la mia prima bicicletta da corsa.

Fu un regalo del mio papà, dal quale ho ereditato la passione per questo sport su due ruote. Ricordo che mi disse (avevo circa nove anni, allora) : per te adesso è un po' grande, ma fra qualche anno ti andrà benissimo!

Per me fu un sogno realizzato, anche se in effetti dovetti aspettare perché il giro completo della pedivella  non riuscivo a farlo. 
Allora di moltiplica non se ne parlava, tre rapporti sul pignone della ruota posteriore erano più che sufficienti.

Dopo quella esperienza, la bicicletta successiva fu una "Touring", costruita dalla molto più famosa Bianchi che disponeva della doppia moltiplica e di cinque rapporti dietro.
Ho perso il conto dei Km fatti con quest'ultima,  che ho ancora.
L'ho utilizzata per le gite, pure per andare a lavorare, poi ho rallentato un po' perché andare in bici stava diventando pericoloso...troppo traffico, e fino ad un po' di anni fa poche piste ciclabili.

Il ciclismo professionistico è uno sport duro comunque, anche se oggi i materiali utilizzati per le biciclette da corsa sono "aerospaziali", per leggerezza e affidabilità.

Altri tempi, quando mio papà con la sua prima busta paga si regalò una Legnano e con i suoi amici fece il valico del Gran San Bernardo...!!

Buona domenica a tutti.

6 commenti:

  1. Ciao Leonardo ai visto che anche la bicicletta
    ci unisce, e uno sport duro ma da tante soddisfazioni ciao
    buona domenica

    Tiziano.

    RispondiElimina
  2. Caro Leonardo, immagino quanta emozione per te guardare questo foto!!!
    Ciao e buona domenica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Ciao Leonardo, che bella questa foto, e quanti ricordi ed emozioni avrà sortito in te…
    Sono i ricordi più belli che porteremo sempre nel cuore…
    E così anche tu come Tiziano sei un ciclista… bravo!
    Ti auguro una serena domenica

    RispondiElimina
  4. che nostalgia...anch'io ho imparato ad andare verso gli otto -nove anni sulla bici di mio papà che non era da corsa e su cui dovevo pedalare tutta storta perchè non arrivavo a sedermi....

    RispondiElimina
  5. Mi hai fatto ricordare la biciclettina da corsa che mio padre mi regalò. Io non ho mai corso ma il ricordo di quella prima bici rossa con il manubrio da corsa è rimasto.
    Buona giornata Leonardo
    enrico

    RispondiElimina
  6. fai troppa tenerezza inerpicato lassù!

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven