venerdì 15 giugno 2012

Una canzone indimenticabile



What A Wonderful World (che mondo meraviglioso)

Vedo alberi verdi, anche rose rosse 
Le vedo sbocciare per me e per te 
E fra me e me penso, che mondo meraviglioso 

Vedo cieli blu e nuvole bianche 
Il benedetto giorno luminoso, la sacra notte scura 
E fra me e me penso, che mondo meraviglioso 

I colori dell'arcobaleno, così belli nel cielo 
Sono anche nelle facce della gente che passa 
Vedo amici stringersi la mano, chiedendo "come va?" 
Stanno davvero dicendo "Ti amo" 

Sento bambini che piangono, li vedo crescere 
Impareranno molto più di quanto io saprò mai 
E fra me e me penso, che mondo meraviglioso 
Sì, fra me e me penso, che mondo meraviglioso

Puer tra le difficoltà quotidiane, questa canzone interpretata  dal grande Louis Armstrong è un invito alla scoperta del piacere della vita, della bellezza del mondo in cui viviamo.

Per me ha un significato particolare, perchè venne eseguita dal Corpo Musicale G.Verdi durante il concerto di Natale del 2002, il mio debutto in banda.
Ne suonai forse una metà, forse meno...talmente fu l'emozione forte che mi colse in quel momento, non riuscii più a "cacciare" una nota, come si suol dire!
In quell'evento il solista fu il mio primo maestro, che purtroppo oggi non è più con noi.

A distanza di dieci anni, desidero proporvela in una registrazione "live" del Concerto di Primavera 2012.
Alla tromba solista il bravo Roberto!

Buon ascolto e buon fine settimana.


9 commenti:

  1. Meravigliosa..ascoltarla poi da quella voce "graffiante" di Louis...fa rabbrividire. Non conoscevo il teso in italiano però...bellissime parole. Ciao.

    RispondiElimina
  2. Non l'avevo mai ascoltata caro Sirio, devo dire che ascoltare la buona musica è sempre un piacere.
    Ciao e buon pomeriggio caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. l'ho gustata con animo sereno...grazie!
    buon fine settimana anche a te!!!

    RispondiElimina
  4. Bella esecuzione complimenti a tutti.
    buon fine settimana.
    enrico

    RispondiElimina
  5. Se non sbaglio Armstrong la interpretava in autobus nel film "High Society", dove le belle canzoni non mancano.

    RispondiElimina
  6. Questa canzone mi commuove sempre. Grazie!

    RispondiElimina
  7. Sinceramente, buonissima interpretazione e complimenti a tutta la banda. Una delle mie preferite di Armstrong, voce rauca indimenticabile. Quando cantava assiemme ad Ella Fitzgzrald era un attimo di immensa gioia per me.
    Buona giornata, Sirio.

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven