giovedì 31 maggio 2012

Una sera, al tramonto



La sede della G.Verdi si trova in periferia.
Cinque minuti a piedi e ci si ritrova in aperta campagna, nelle vicinanze del campo d'aviazione.

A me piace arrivare alla prova del Martedì in anticipo, poi succede anche che l'autista del bus arrivi sparato a Venaria, con una guida degna dello Schumacher dei tempi d'oro.
Una di queste sere, ne ho approfittato per fare i classici "quattro passi", e ammirare il tramonto del sole dietro le montagne.
Poche automobili in circolazione, il silenzio era rotto solamente dal canto dei merli, a cui faceva eco quello di una tortora nascosta chissà su quale albero.
Ad un certo momento, la mia attenzione è stata attirata  da un animaletto che saltellava tranquillo in un prato.
A me è sembrato un coniglio selvatico...oppure era una lepre, intenta a fare la sua toeletta?

Non si è minimamente scomposta, dandomi modo di fare questo breve filmato

7 commenti:

  1. Complimenti per essere riuscito a filmarla al volo. Vista la sua disponibilità a farsi riprendere potevi chiedergli se è un coniglio o una lepre. :-)
    Sono comunque in aumento gli animali selvatici che si avvicinano alle città, diventano anche loro cittadini.
    buona giornata
    enrico

    RispondiElimina
  2. Caro Leonardo ci sono dei momenti che capitano per caso ma sono momenti indimenticabili e tu sei riuscito ad immortalare una di questi momenti.
    Grazie di averlo condiviso.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Ciao Leonardo stupenda foto di quel tamonto, gli animali selvatici forse anno intuito che stiamo diventando più umani e non anno più paura adiritura volpi che vengono in casa il cane non fa una piega,gli uomini di tutto il mondo dovrebbero imparare da loro,

    ti aspetto da Carla la mia mostra e stata aperta in anticipo ciao.

    RispondiElimina
  4. che bello, anche a me toglie il fiato vedere questi animali in libertà.
    Ciao

    RispondiElimina
  5. La natura ha una capacità di resistenza incredibile. Da noi ha fatto la sua ri-comparsa un orso bruno addirittura.

    RispondiElimina
  6. Ma che carino! Sembra proprio un coniglio selvatico. E ben pasciuto, anche. Si vede che, nonostante tutti i pericoli, vive bene.

    RispondiElimina
  7. Ma che meraviglia questi incontri inattesi...riconciliano con il mondo!
    E quel tramonto: un vero FUOCO!!!

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven