sabato 5 maggio 2012

Fresco, anzi...bagnato di giornata



Sono ormai giorni  che piogge, temporali e cielo sereno si alternano quasi di continuo.
Dopo il temporale della scorsa notte, piuttosto violento, oggi la giornata è iniziata all'insegna del cielo sereno che piano piano, nel pomeriggio, ha lasciato il posto a certi nuvoloni neri neri che si avvicinavano sempre di più, sospinti da raffiche di vento che non facevano presagire nulla di buono.
Ho ascoltato la mia amica Gianna , che ringrazio, la quale mi aveva consigliato di rientrare.
 Non me ne sono dovuto pentire, ho fatto in tempo a ritornare a casa e aprire la porta  prima che i "secchi" del cielo incominciassero a buttare acqua.

Ho pensato di filmare il tutto e di proporlo, con buona pace della primavera che qui stenta proprio a partire!

Buona domenica.

7 commenti:

  1. Anche a Milano non ci siamo fatti mancare nulla, grandine compresa.
    Ciao buona domenica, sperando non piova :-)
    enrico

    RispondiElimina
  2. Mamma mia, che scrosciata!!!!! Certo che saresti tornato Bagnato come un pulcino. Un caro saluto, e speriamo che la primavera si decida!!!!!

    RispondiElimina
  3. spero sia stata una domenica più bella :-)

    RispondiElimina
  4. Ma noi stiamo qua e l'aspettiamo, eh, la primavera...

    RispondiElimina
  5. Oggi finalmente il sole!
    Passa dal mio blog c'è un premio per te se lo vuoi
    ciao
    enrico

    RispondiElimina
  6. Ciao Leonardo quì ieri sembrava il diluvio universale con una temperatura di 10 gradi sembrava la fine di novembre,
    sabato sei a Bolzano io ci sono
    ciao.

    RispondiElimina
  7. Dalle mie parti per fortuna il tempo è bellissimo , devo dire che la primavera sta esplodendo con i suoi profumi e i suoi splendidi colori!!

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven