venerdì 3 febbraio 2012

Torino sotto la neve


Cari lettori, ho raccolto in un video alcune immagini di Torino innevata.
Ho percorso la città in lungo e in largo - e non solo -in parte a piedi  facendo attenzione a dove li mettevo , e in parte con i mezzi pubblici.
Come sottofondo musicale ho scelto il "Valzer dei pattinatori" di  Johann Strauss jr, per due motivi .
Primo : E' uno dei miei preferiti, la musicalità gioiosa del valzer viennese mi affascina sempre.
Secondo : in alcune zone si poteva veramente pattinare, particolarmente agli incroci....dove  l'equilibrio era abbastanza compromesso!
Oggi finalmente non nevica più, ma la temperatura - come previsto - è calata drasticamente, ne è testimone la strada gelata della fotografia di apertura.

Un "freddoloso" ciao a tutti!

5 commenti:

  1. Caro Leonardo chedo che quest'anno anche Torino debba mettere questo inverno nei record, speriamo che se anche c è tanta neve il resto proveranno a far funzionare tutto, i riscaldamenti che scaldano le case beisognerebbe ridurli per consumare meno... Già come se fosse facile.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Ciao Leonardo. Che meraviglia Il valzer dei pattinatori. Lo sto ascoltando con un piacere immenso.
    Anche a Milano fa un bel freddo!

    RispondiElimina
  3. A prescindere dai disagi per il lavoro e altre normali attività, uno spettacolo superbo!

    RispondiElimina
  4. Bellissimo il video ed anche la foto che hai messo nell'header con la Mole tutta bianca!!!
    Uno spettacolo unico, grazie per aver temerariamente sfidato il freddo e la neve per regalarci queste emozioni.
    ciao e buon white week-end

    RispondiElimina
  5. 'Saluti freddolosi' anche dalla bergamasca :)

    p.s.: la musica è troppo bella ;)

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven