venerdì 6 gennaio 2012

TORINO SOTTO LA NEVE



E' il titolo di un catalogo che ho recentemente acquistato
E' stata assolutamente un' occasione, in quanto ritornando da una consegna di fiori in centro città, mi sono incuriosito vedendo un cartellone pubblicitario che parlava in tal senso.
Ero a due passi, per cui entrare nel locale dove era stata allestita la mostra; visitarla e acquistare il catalogo è stata la logica sequenza...
Ho trovato esposte fotografie, litografie, testi di personaggi illustri  come De Amicis, Gozzano, Gobetti, Pavese e altri ancora, citarli tutti sarebbe troppo lungo.
E' una storia scritta in immagini e testi, di un periodo che parte all'incirca da inizio novecento   e termina approssimativamente alla fine degli anni settanta, un libro che mi ha acchiappato molto specialmente in questi giorni di festa.
Fra tutti i testi riportati,  mi ha affascinato uno stralcio del libro di Laura Mancinelli, dal titolo " Amadè, Mozart a Torino".
"Rifletté un momento se era il caso di dirle tutti i suoi nomi. No, non era il caso. 'Chiamatemi Amadé', rispose".
 Protagonista di questo racconto è proprio il giovanissimo Mozart che nella Torino incantata dalla neve nell'inverno del 1771 vive gli incontri decisivi per la sua educazione sentimentale e per la sua maturazione artistica. In un gioco d'invenzione letteraria e di ricostruzione storica, l'autrice svela quanto la magia delle atmosfere torinesi possa aver influito sulla musica di Mozart.

Tra le ultime nevicate  che ricordo,  quella del 6 Gennaio 2009, seguita da un'altra nella notte tra il 10 e l' 11.
In quell'occasione, caddero circa 40 centimetri di neve, che ho documentato  nella sequenza di fotografie che desidero proporre, in netto contrasto con la mancanza assoluta di precipitazioni di questo periodo...







buon fine settimana!

9 commenti:

  1. Ciao Leonardo quest'anno anche linverno ha rispettato l'austerità e ha risparmiato anche sulla neve , ma possiamo consolarsi con queste meravigliose foto che ci hai presentato.
    Buona Epifania.

    Tiziano.

    RispondiElimina
  2. Bella Torino sotto la neve.
    L'ultima neve a Milano è stata nel Novembre 2010, ma è stata uno scherzo. E' caduta solo in alcune zone ed è durata un soffio di vento.

    RispondiElimina
  3. La neve fa diventare le città più pittoresche dove è facile trovare in angolo che si può fare un quadro immortale.
    Buona serata caro Leonardo.
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Il ricordo di Mozart a Torino é un vero must!

    RispondiElimina
  5. Ciao Sirio, non dirmi che tra ieri e oggi non è nevicato a Torino. In Savoia si temono valanghe da quanta ne è scesa. Invece qui da noi un vento tale che avevo paura si sollevassero le tegole. La palma del mio giardino era diventata quasi un ventilatore. In ogni caso belle le foto, anche se in città penso che la neve non sia bene accetta. Io la amo. Buonanotte.

    RispondiElimina
  6. Io guardavo proprio ieri sera sul web le foto di una nevicata eccezionale su Milano del 1946/1947.
    Le foto sono incredibili, non so se ce ne sono state altre come quella.
    Ciao buona Domenica
    enrico

    RispondiElimina
  7. Immagini molto belle.
    Buon inizio 2012 e serena domenica.

    RispondiElimina
  8. Ciao Sirio, questo catalogo, da come lo hai descritto, ha acchiappato anche me e poi queste immagini con la neve sono bellissime, il fascino di questo manto bianco è sempre indescrivibile!
    Sereno inizio settimana!

    RispondiElimina
  9. Ancora niente neve...nemmeno qui.
    Anch'io ricordo le nevicate di due anni fa: qui il 31 gennaio, festa del Patrono...una meraviglia!!!

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven