lunedì 23 gennaio 2012

MOZART A TORINO


"Rifletté un momento se era il caso di dirle tutti i suoi nomi. No, non era il caso. 'Chiamatemi Amadé', rispose". Protagonista di questo racconto è proprio il giovanissimo Mozart che nella Torino incantata dalla neve nell'inverno del 1771 vive gli incontri decisivi per la sua educazione sentimentale e per la sua maturazione artistica. In un gioco d'invenzione letteraria e di ricostruzione storica, l'autrice svela quanto la magia delle atmosfere torinesi possa aver influito sulla musica di Mozart.

Tratto da "Amadè.Mozart a Torino" di Mancinelli Laura (Editore Interlinea. 1999 , collana Biblioteca di narrativa)

Mozart soggiornò a Torino dal 14 al 31 Gennaio 1771 presso l'Hotel Dogana Vecchia, il più antico di Torino.
A ricordare l'evento, oggi c'è una lapide dell'Associazione Mozart Italia ( quella della mia fotografia) a testimonianza dell'evento.

Per ricordare la data di nascita del grande compositore ( 27 Gennaio prossimo), il Cine-Teatro Baretti ha organizzato la quarta rassegna "Mozart Nacht und Tag", cioè "Mozart notte e giorno", una maratona con 36 ore ininterrotte di musica ed eventi mozartiani.

Cari lettori, per me il grande Salisburghese è un punto di riferimento, la magia e l'incanto che la sua musica sanno destare è unica nel suo genere.
Ho pensato di proporre  all'ascolto il frizzante Rondò, quarto movimento della piccola serenata notturna K.525, "Eine kleine Nachtmusik" composta nell'anno del Don Giovanni, il 1787.

Buon ascolto!

8 commenti:

  1. Caro Leonardo mi fa piacere per te che sie un musicista, questi avvenimenti li puoi godere pianamente. Se passi da me c è un grande anniversario, ciao.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Ottima la scelta! Ti auguro una serena notte; saluti a presto.

    RispondiElimina
  3. Ciao Leonardo musica intramontabile e sempre un piacere ascoltarla.
    buona notte.
    Tiziano.

    RispondiElimina
  4. Ricordo genuino e significativo del grande Mozart!

    RispondiElimina
  5. Non sono un'esperta di musica, ma Mozart mi regala sempre un sorriso, a volte mi fermo a sentire la genialità di certi passaggi...e mi mette gioia! grazie per queste info :)

    RispondiElimina
  6. Ciao Leonardo,
    passo per ricambiare la tua garbata visita all'Angolo del sorriso e lasciarti un caloroso saluto.

    RispondiElimina
  7. Oggi è anche il compleanno di Mozart :-)

    RispondiElimina
  8. Penso che tu lo sappia che, nell'intimità, la moglie lo chiamava Wolfi, nome che ho dato ad uno dei miei cani ormai morto da tempo. Non era comunque una mancanza di rispetto, ma anzi una eterna ammirazione. Ciao.

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven