martedì 22 novembre 2011

SANTA CECILIA 2011


la statua marmorea di Santa Cecilia, nella basilica trasteverina in Roma

Appartenente ad una delle più illustri famiglie romane, Santa Cecilia visse e fu martirizzata nel III secolo sotto l’impero del moderato Alessandro Severo. La Santa romana viene celebrata e ricordata come patrona dei musicisti per un passo della sua passione in cui si racconta che “mentre gli organi suonavano, ella nel suo cuore, cantava inni al Signore”.
Il Maderna, alla fine del 500 scolpì  la celebre statua in marmo, a fedele riproduzione - così si disse - dell'aspetto e della posizione del corpo dell'antica Martire, ritrovato in eccezionale stato di conservazione.

Cari lettori, Santa Cecilia per la nostra banda è una festa in musica,una "due giorni" in cui viene dato spazio alle molteplici attività del Corpo Musicale "Giuseppe Verdi" di Venaria Reale.
Questa sera prova generale, è un momento in cui il nostro Maestro ci chiede la massima concentrazione - e ne ha tutti i requisiti per farlo - come se fossimo già sul palco  dell Teatro della Concordia.
Sabato sera 26 Novembre, ci sarà il tradizionale concerto,  il giorno dopo verrà celebrata la santa Messa in Sede, durante la quale eseguiremo alcuni brani.
La giornata musicale si concluderà con la visita al cimitero, dove una lapide ricorda i musicanti che non sono più con noi.
E dopo... tutti a tavola !!

video

10 commenti:

  1. Ma che bello!
    In bocca al lupo per questi begli appuntamenti!

    RispondiElimina
  2. Siamo in un periodo che siamo invasi da tanti appuntamenti, ma tutti siamo contenti se anche con molta difficoltà riousciamo a partecipare.
    Bello caro Leonardo, buona giornata.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Ciao Leonardo, fa sempre emozione ascoltare una banda quando suona certi brani,ti auguro un buon fine settima di festa, e buon pranzo.
    Tiziano.

    RispondiElimina
  4. Un motivo da sogno, un pezzo senza tempo. Grazie, Sirio, per averlo condiviso con noi.
    Un salutone.

    RispondiElimina
  5. Nella mia città, Taranto, oggi è una grande festa, passa la banda per le strade della città e si mangiano le pettole, tipiche frittelline di pasta poi passate nello zucchero. Per i musicista è poi la festa delle feste, anche quando studiavo al conservatorio si tenevano si saggi per le famiglie.
    ti ringrazio, caro amico, per aver inserito il banner dell'human blogger, ma soprattutto per la condivisione delle idee e dei valori. ciao

    RispondiElimina
  6. Ma che bello! Con quanto entusiasmo ed eccitazione ne parli, dev'essere una due giorni non solo importante ma anche molto gratificante.
    Musica così morbida da appagare l'anima con la sua dolcezza.

    RispondiElimina
  7. Hai ben di che essere giustamente orgoglioso! E poi, per voi musicisti inizia un periodo davvero entusiasmante, ora.

    RispondiElimina
  8. Ciao Sirio, credo che quella "massima concentrazione" che mettete nella vostra musica è quella che quando vi ascoltiamo, nell'intensità dell'esibizione, noi sentiamo e apprezziamo!
    Buona serata!

    RispondiElimina
  9. Sirio, bella la spiegazione di Santa Cecilia, la prossima volta che ritorno a Roma la includo nelle mie visite prioritarie.

    Emozionante ascoltare la Vostra Banda musicale, questo brano poi è stupendo, da brividi. Bravi! Bravi! Bravi! Ciao, a presto.

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven