martedì 2 agosto 2011

PER NON DIMENTICARE MAI



Stazione di Bologna  Centrale


La prima volta che vidi questo muro squarciato fu il 9 Novembre 1996, ero in gita a Bologna con degli amici appassionati di ferrovie.
Restammo ammutoliti e senza parole, pensando alla tragicità del fatto che provocò vittime innocenti di una barbarie, tanto assurda quanto violenta.
Una preghiera per coloro che perirono quel 2 agosto 1980 e per le loro famiglie.


P.S. A sinistra della foto, vicino alla lapide commemorativa si intravede mio figlio, aveva 10 anni...

16 commenti:

  1. sono trascorri tanti anni, ma la paura per atti insensati e distruttivi è sempre presente, purtroppo...
    ciao e buon pomeriggio!

    RispondiElimina
  2. Mai dimenticare. la memoria è la spina dorsale del futuro.
    Sandra

    RispondiElimina
  3. non è possibile dimenticare di pazzi bombaroli ce nè sono sempre in giro, purtroppo. Ciao

    RispondiElimina
  4. Ciao caro Leonardo qui non potevo mancare per la mia solidarietà a tutte le vittime dei brigatisti. non dobbiamo mai dimenticare
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. Ciao Sirio, ci credo, che cosa si può dire davanti a tanto orrore?
    Mi unisco alla tua preghiera!

    RispondiElimina
  6. Cara Raggio, purtroppo sono portato a pensare che la strategia del terrore faccia comodo a qualcuno...per questa strage - e non solo - sono stati forse individuati gli esecutori ma non i mandanti, ben più grave a mio avviso.
    Buona serata, e grazie per la tua costante presenza!

    RispondiElimina
  7. Cara Sandra, ho letto il tuo commento da Gianna e ci sono rimasto basito!
    Hai ragione, la memoria dovrebbe forgiare i nuovi uomini, ma soprattutto nuove coscienze...
    A presto.

    RispondiElimina
  8. Aliza, c'è solo da sperare in un radicale cambiamento, considerando anche ciò che succedere nel resto d'Europa...
    Buona serata.

    RispondiElimina
  9. Caro Tomaso, veramente a volte mi chiedo se la democrazia sia un bene per alcuni individui.
    Verso le vittime di qualunque strage la nostra solidarietà deve prevalere.
    Un forte abbraccio caro amico, a presto.

    RispondiElimina
  10. Sciarada, di parole ne abbiamo sentite tante, troppe...ma la verità, dov'è?!?!
    Senz'altro la preghiera è un mezzo molto potente, e soprattutto efficace.
    Buona serata!

    RispondiElimina
  11. Benvenuta Farfallaleggera, grazie del commento.
    Passo a trovarti!
    Buona serata.

    RispondiElimina
  12. Infatti, mancano anche in questo caso troppi tasselli, che potranno andare al loro posto almeno in sede storica se continua, anzi, aumenta la sfera popolare di riflessione e dimemoria di quel tragico evento. E di altri, purtroppo, similari.

    RispondiElimina
  13. E' più che giusto rcordarsi di loro e delle famiglie che ancora li piangono senza aver ottenuto quel che si chiama atto di giustizia. Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. Mai dimaenticare;ma soprattutto devono cadere i segreti di Stato e far emergere la verità.Saluti a presto

    RispondiElimina
  15. E' un fatto che resterà per sempre nella memoria di tutti, come l'omicidio di Falcone e Borsellino ed altri ancora.
    Mai dimenticare e farlo sapere alle nuove generazioni, come tu hai fatto con tuo figlio. Stammi bene.

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven