domenica 31 luglio 2011

IRON BIKE 2011


il monte Chaberton in veste primaverile

20.000 metri di dislivello, oltre 600 km in mountain bike, la gara estrema  più dura al mondo e probabilmente anche la più bella.

Questa edizione è stata vinta a sorpresa dall' atleta Honduregno Milton Ramos che al traguardo di Sauze D'Oulx ha espresso  tutta la sua gioia per l’importante vittoria ottenuta nel più duro raid di mountain bike al mondo.
E’ lui a dire “Chi non ha mai fatto l’Iron Bike non ha mai fatto mountain bike”

Lo Chaberton, la Miniera di talco di Prali (la Gianna), l’arrivo a Sestriere con la ripartenza dalla cima del monte Fraiteve, il Rifugio Selleries, il Monte Bellino, il passaggio sul Barant, rappresentano una cartolina meravigliosa di questo scorcio alpino racchiuso tra le province di Cuneo e di Torino.
Al secondo e terzo posto i fratelli Alessandro e Luca Rostagno -  nativi  Villaresi - che tagliano il traguardo di Sauze d’Oulx assieme.
Prima donna assoluta l’americana Louise Kobin; tra gli over 40 vittoria dell’italiano Vittorio Noello che non ha mai mollato la prima posizione nella sua categoria.
.

Cari lettori, per me hanno vinto tutti, sia coloro che sono arrivati alla conclusione, sia coloro che a malincuore hanno dovuto abbandonare.
Un avvenimento sportivo che ho sempre seguito con molto interesse e passione,  per due motivi:
Il primo è che si tratta di una gara ciclistica a tappe;
Il secondo è che il teatro naturale di questa competizione, sono le montagne di casa mia, cime, valichi e valli che conosco molto bene!
Buona domenica.

10 commenti:

  1. hai proprio ragione: la montagna è meravigliosa, parla, anzi urla la grandezza di Dio...
    questo sport richiede doti insolite e sacrifici notevoli. oggi,sulle nostre montagne, c'è una gara di questo tipo, preparata a dovere dagli organizzatori, con numerosi partecipanti!
    buona domenica!

    RispondiElimina
  2. Raggio hai perfettamente ragione, Dio si manifesta anche nella natura...e le montagne ne sono l'espressione più "alta" !
    Non ho mai praticato mountain bike, ma per esperienza so che il ciclismo in sè è uno sport duro.
    Buona domenica!

    RispondiElimina
  3. Condivido con le tue parole,hanno vinto tutti.Saluti a presto

    RispondiElimina
  4. il vicnere tutti è il giustoi spirito sportivo

    RispondiElimina
  5. Concordo in toto..che immagine superba. ciaooo e lieta domenica

    RispondiElimina
  6. Bellissimo scenario Sirio... una gara dura ma che lascia tanta soddisfazione a tutti...

    Ti mando: un lago di abbracci, un fiume di auguri di felice domenica, e una cascata di saluti....

    RispondiElimina
  7. Bella immagine sirio, ispira serenità.
    Buona serata.

    RispondiElimina
  8. Grande impresa e concordo con te nel dire un bravo a tutti i partecipanti!!!

    RispondiElimina
  9. Ribadendo che é bello essere sportivi, me ne rivado con il pensiero a quei bei posti che non rivedo da tanto tempo!

    RispondiElimina
  10. Sirio, sono completamente d'accordo con te, hanno vinto tutti, anche quelli che si saranno ritirati per stanchezza. Se ci fossi stato io, visto il percorso che hai descritto, dopo 5 km. avrei meso piede a terra.
    Ciao e buona giornata.

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven