mercoledì 23 marzo 2011

CANTA TU... CHE CANTO PURE IO !!

Vi ricordate del merlo canterino ?
Ne parlai qui, fu il mio post d'apertura del blog sirio-scatti in libertà.
Questa sera, appena uscito da uno sportello bancomat (necessità voleva) ne ho incontrato uno che, bello in vista su un filo della luce, stava dando il meglio di se stesso con un canto che si udiva da almeno 200 metri.
Ho preso immediatamente la digitale, che ha pure la funzione video, e prima di iniziare la ripresa ho incominciato a fischiare...e lui rispondeva!
Sarà stato lo stesso? Non lo so, era una zona diversa da quella dove l'ho incontrato svariate volte.
Sta di fatto che siamo andati avanti per un po'... in questa strana serenata primaverile!

20 commenti:

  1. Che bella serenta Sirio!
    Buona notte!

    RispondiElimina
  2. Fantastico duetto ^___^

    Buona giornata ciao ciao

    RispondiElimina
  3. Che bello sentire un duetto nostalgico. Bravo Sirio, ti auguro unna bella giornata, io sono di nuovo in partenza.
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Sirio, grande!!
    sarà lo stesso oppure no (il merlo dico) ma tu resti unico, per davvero^^
    ti auguro una bella e fischiettante giornata! a presto e un caro saluto! ciao^^

    RispondiElimina
  5. Fantastico questo duetto, meglio dei soliti di Sanremo, Forse il merlo voleva prelevare anche lui al bancomat e Ti chiedeva di spostarti eh..eh.. Ciao Sirio, buona serata.

    RispondiElimina
  6. io che abito in piena natura, mattino e sera, sento concerti straordinari...e nel giardino ho anche una voliera! la primavera c'è e c'è fermento nell'aria. i nidi iniziano a prendere forma: in una mimosa del giardino c'è un via vai frenetico, ti saprò dire... buona serata con tanti trilli!

    RispondiElimina
  7. Erika grazie, si vede che tra "musici" ci si intende...!
    Buona serata.

    RispondiElimina
  8. Bentornato Max!
    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  9. Ehehe Robi...era lui il primo violino, io gli ho fatto da spalla...
    Ciao, buona serata!

    RispondiElimina
  10. Buona preparazione della vacanza caro Tomaso, ho letto che andrai in una regione bellissima come la Puglia, mi fa molto piacere.
    Ciao, a presto!

    RispondiElimina
  11. Chaillrun, hai proprio previsto bene!
    Oggi la giornata è stata proprio brillante.
    Dici che sono unico? Ti ringrazio, cerco solo di essere sempre me stesso...
    Ciaoooo

    RispondiElimina
  12. Che commento simpatico!
    In effetti i duetti celebri sono transitati da Sanremo raramente, se ricordo bene.
    Ciao Adamus, buona serata.

    RispondiElimina
  13. Cara Raggio, lo sai che ti invidio un pochino? In senso buono naturalmente.
    In un giardino qui nei dintorni ho visto una mangiatoia a forma di casetta, appesa ad un albero.
    In quel momento era vuota, ma posso immaginare il traffico...
    Ciao, buona serata!

    RispondiElimina
  14. Ma che stupendo questo duetto canterino! Sei stato bravissimo ad avere l'idea di registrare questo canto di primavera!
    Ciao Sirio e buon weekend.

    RispondiElimina
  15. Grazie, Ambra. E' proprio vero che la primavera è il tempo del risveglio, per questo motivo ormai dalla digitale non mi separo più, la sorpresa si può presentare quando meno te l'aspetti.
    Buona fine settimana!

    RispondiElimina
  16. Questo duetto canterino proprio a Torino, Sirio?

    RispondiElimina
  17. Proprio Torino cara Stellina, dove un tempo sorgevano le ferriere...ex zona industriale nei tempi passati, neanche troppo lontani.
    Un bacione, ti auguro una serena domenica!

    RispondiElimina
  18. Che bello Sirio! Duettare con un merlo. E in città. Io non so fischiare, quindi non potrò mai avere uno scambio alla pari con un uccellino. Chissà cosa vi siete detti! Buona settimana.

    RispondiElimina
  19. Bella serenata di primavera.Ti auguro un buon inizio di settimana;saluti a presto

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven