domenica 9 gennaio 2011

LA NASCITA DELLA SCALA MUSICALE


Leggendo i deliziosi post sul latino che ci ha proposto in questi giorni la carissima STELLA mi è ritornata alla memoria la genesi delle note musicali.
Il merito di questo metodo didattico è di Guido d'Arezzo o Guido Aretino, monaco benedettino vissuto intorno all'anno 1000 ( 991 circa - 1050 ) .
Essendo insegnante di musica e di canto, si rese conto della difficoltà che incontravano i monaci ad apprendere e ricordare i canti della tradizione gregoriana.
Per risolvere questo problema, ideò e adottò la moderna notazione musicale, che avrebbe portato una vera rivoluzione nell'insegnamento e nella composizione, la base per poter tramandare la musica.
A questo scopo, prese " in prestito" le sillabe iniziali dell'inno a San Giovanni Battista (composto da Paolo Diacono) e le usò per comporre la scala musicale.
Ecco il testo, rigorosamente in latino!

Ut queant laxis
Resonare fibris
Mira gestorum
Famuli tuorum
Solve polluti
Labii reatum
Sancte Iohannes

Le uniche variazioni all'esacordo di Guido d'Arezzo, apportate in seguito, furono quelle della settima nota, il "SI" proposta da Ludovico Zacconi dalle iniziali delle parole "Sancte Johannes" e successivamente quella dell' "UT" diventato "DO" nella prima metà del XVII secolo. L'iniziativa fu di G.B. Doni : DO è la sillaba iniziale del suo cognome.

Concludo con una curiosità : In Francia, ancora oggi il DO viene ancora chiamato UT !

9 commenti:

  1. Ciao Sirio, adoro imparare queste cose grazie! Grazie! Grazie!
    Buona settimana!

    RispondiElimina
  2. Caro sirio, mi fa piacere che ti ho offerto uno spunto interessante.
    Buon pomeriggio.

    RispondiElimina
  3. Grazie dei complimenti Sciarada!
    Questa volta il post ha preso forma dall'input di Stella, che mi ha fatto scattare la memoria storica...
    Buona serata, a presto.

    RispondiElimina
  4. Grazie mille stellina, a venire nel tuo blog trovo sempre la porta aperta e te sorridente davanti, a fare l'accoglienza...il resto viene da sè
    !!

    Bacioni.

    RispondiElimina
  5. Grazie mille mio caro.
    Un abbraccione

    Robi

    RispondiElimina
  6. ma sai che mi hai rinfrescato la memoria: mi ricordo di aver studiato tutto questo alle medie! buon anno caro Sirio

    RispondiElimina
  7. Grazie a te della visita Robi, buona serata!

    RispondiElimina
  8. Mi fa piacere, Lo!
    Anche per me è un ricordo dell'avviamento, fatto dai salesiani...per i quali questo tipo di cultura era importante.

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven