giovedì 29 luglio 2010

WASHINGTON POST


Sarà perchè suono in un corpo musicale, sarà perchè mia mamma nacque a New York negli USA, ma quando mi capita di riascoltare qualche marcia militare mi emoziono e mi lascio sempre trasportare dalla melodia.
E' quanto mi è accaduto qualche giorno fa, in un programma di storia trasmesso in tv. Ho riconosciuto immediatamente una marcia che conosco a memoria.
Si tratta di "Washingon Post", la composizione più celebre di John Philip Sousa, famoso per aver composto ben 132 marce tra le quali, oltre a quella che ho già citato c'è anche "Stars and Stripes Forever".
Quest'ultimo, non è l'inno nazionale degli Stati Uniti anche se il titolo è vagamente rassomigliante : “ The Star Spangled Banner".

Sperando di fare cosa gradita, vi propongo l'esecuzione del Corpo Musicale G.Verdi di Venaria Reale: il brano è compreso nel nostro primo cd " 130 anni in musica "

Buon ascolto!

10 commenti:

  1. E chi non conosce questa musica, ascoltandola ti viene istantaneamente in mente il nome U.S.A. E pensare che proprio ieri la sentivo in tv in un film Americano del dopoguerra. Buona vita, Viviana

    RispondiElimina
  2. Ma che bravi siete! Complimenti vivissimi, suonate magnificamente !

    Un grande abbraccio
    Cri

    RispondiElimina
  3. Ascoltare questa musica mi ricorda certi raduni di fanfare dei diversi stati che ogni 3 anni si radunano nel piazzale della caserma centrale qui dove abito io.
    Questa musica mi fa assaporare il tempo del srvizio militare alle varie parate affettuate del mio reparto.
    Un caro saluto,
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. sto scrivendo con la tua musica di sottofondo, è bellissimo! ma quanti siete...e che belle gambe, tutte composte ed ordinate...poi gli strumenti in primissimo piano... che dire... una foto originale,ed una musica eccezionale, bravissimi tutti!!!

    RispondiElimina
  5. Molto famosa questa marcia e grande esecuzione del vostro corpo musicale.Ti auguro una buona serata,saluti a presto

    RispondiElimina
  6. Ciao Viviana, ricordo che negli anni 50 (mia mamma era ancora viva) trasmettevano "la radio per le forze armate" , e lei quando veniva eseguita "Star e strips forever" la cantava, ovviamente in inglese...avevo l'opportunità di diventare bilingue, mi è stata negata da un destino avverso...
    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  7. Sei molto gentile Cri,detto da te è un onore ! diciamo che la costanza e l'impegno sono stati premiati.

    Ciao, a presto!

    RispondiElimina
  8. Caro Tomaso, veramente i ricordi legati alla musica sono molteplici e segnano sempre tappe importanti della vita.
    Grazie caro amico, buona notte!

    RispondiElimina
  9. Grazie, cara Raggio!
    Attualmente abbiamo un organico considerevole , e i giovani diventano i "rinforzi" man mano che entrano a farne parte, dopo i corsi propedeutici.
    Quanto entusiasmo contagioso trasmettono!
    P.S. la fotografia è quella ufficiale del 130°, naturalmente fatta da un professionista.
    Ciao, buona fine settimana!

    RispondiElimina
  10. Grazie per i complimenti Cavaliere, noi ce la mettiamo tutta, proprio per la passione che anima l'associazione.
    Buona fine settimana, a presto.

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven