giovedì 1 luglio 2010

SEMPRE A PROPOSITO DI INFORMAZIONE


Cari lettori, come ricorderete da alcuni anni sono associato all'AVIS, per cui ogni bimestre ricevo il "CORRIERE AVIS", il periodico a cura della Comunale di Torino.

L'editoriale che apre questo numero è particolarmente interessante perchè riguarda un tema molto attuale e scottante di questo periodo : L'INFORMAZIONE.
Riporto una stralcio di quanto scrive Sandro Fisso, direttore responsabile di questa testata.

"Uno dei nostri compiti principali è quello di estendere l'informazione, sulla necessità del dono del sangue come dono di vita, a più gente possibile.
Questo cerchiamo di farlo anche con la regolare pubblicazione del nostro periodico, che da anni inviamo gratuitamente a tutti i nostri Volontari.

La pubblicazione di un periodico, come il Corriere Avis, è spesso l'unica fonte che l'Associazione, con i pochi mezzi a disposizione, ha per comunicare i dati relativi all'attività svolta, l'evolversi della solidarietà e le conquiste che la stessa ha ottenuto.
Tutte le notizie negative, e purtroppo solo quelle, sono demandate ai "media", siano essi utilizzatori di carta stampata o di trasmissioni in rete e video.

Probabilmente l'uscita delle pubblicazioni edite dalla ONLUS (organizzazioni no-profit come è l'Avis) sembra dare fastidio ai nostri governanti se improvvisamente, con decreto fatto conoscere ed entrato in vigore il 1° aprile hanno aumentato le tariffe postali per la spedizione dei nostri periodici di circa 400 volte il costo di quanto sinora pagato, anche dalle ONLUS.

Attenzione, non ci siamo sbagliati aggiungendo qualche zero alla tariffa indicata, e non si tratta di un pesce d'aprile.
Le ONLUS ovviamente si sono date da fare interessando del problema il Ministro competente che ha assicurato un "pronto" intervento.
Al momento pare che si possa concretizzare con un decreto che riduce del 50% la tariffa corrisposta in precedenza.
Così facendo forse il Ministro si aspetterà un "grazie" da parte delle onlus interessate, che pagheranno SOLO 200 volte di più...!!
Il tutto con la sempre conclamata essenza della solidarietà sociale".

Leggendo questo articolo sono rimasto letteralmente senza parole. Coloro che "dovrebbero" essere legittimati a favorire questa Associazione e non solo la nostra, mettono i bastoni fra le ruote!!

Contro la legge "bavaglio" io oggi cercherò di andare in piazza Castello, al presidio organizzato dalla Federazione Nazionale Stanpa Italiana (qui il link), inoltre in questo mese mi recherò a fare la mia donazione all'Avis, la cui richiesta durante i mesi estivi è sempre maggiore.

5 commenti:

  1. Dovevo andare a Par ma non posso per problemi dell'ultimo istante ma cascasse il mondo se non vado in piazza a Milano per unirmi al coro di proteste. Questo governo e una vergogna su tutto e leggere quello che ha combinato sulle pubblicazioni e veramente il fondo del pozzo.
    Mao

    RispondiElimina
  2. Bel post caro Sirio questo richiamo lo debbono mettere in prtetica tutti/e donare il sangue non solo si aiuta chi ha bisogno ma fa anche bene a ci lo dona! un corpo sano il sangue si rinnova rapidamente rendendolo più sano, io purtroppo da tanti hanni ho dovuto smettere data la mia età, Zurigo le colonie libere hanno un'associazione molto numerosa di iscritti.

    Buona serata con una buona birra fresca,
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Non sopportano nessun tipo di informazione, anche quella che possa sensibilizzare verso un impegno di solidarietà...
    Ciao
    Evelin

    RispondiElimina
  4. Onestamente spero che i giochi non siamo davvero fatti Sirio...altrimenti ammetto che mi prenderà un po' di sconforto...

    RispondiElimina
  5. @ Mao : oggi in piazza san Carlo ho sentito anche parlare di disobbedienza civile, nel caso in cui il ddl passi, come sembra.

    @ Caro Tomaso, da quando ho iniziato, visto che la salute me lo permette, cerco sempre di rispettare i 90 giorni che per regolamento devono intercorrere tra una donazione e quella successiva.Hai detto molto bene, donare sangue aiuta gli altri e fortifica noi stessi!

    @ Evelin, il fatto grave è che sopportano molto bene l'informazione... pilotata a loro uso e consumo!
    Un caro saluto.

    @ Spes, auguriamoci veramente che la voce di tanti continui a farsi sentire, come è stato oggi.
    Dicevo pocanzi a Mao che oggi in piazza Castello ho sentito dire, tra le tante cose giuste, anche chi ha proposto la disobbedienza civile!
    Ciao.

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven