lunedì 28 giugno 2010

UN PO' DI TORINO : PONTE MOSCA

il ponte ferroviario sulla Dora, a livello strada

La visione di un ponte mi fa sempre pensare ad un passaggio, una costruzione che unisce un punto di partenza con un altro di arrivo, che in sua assenza sarebbe molto difficile da raggiungere.

Torino in questo settore ha un primato : una struttura...mobile!
In caso di piena della Dora Riparia, il ponte ha la possibilità di essere sollevato per circa un metro grazie all'azione di alcuni martinetti idraulici collocati all'interno di vani interrati.
Per tanti anni , su questo manufatto sono transitati i treni della Torino Ceres che si attestavano a Porta Milano, divenuta successivamente stazione di Ponte Mosca: oggi è sede dell'officina di riparazioni del Museo Ferroviario Piemontese.

Questo ponte ferroviario si trova tra altri due, che scavalcano la Dora : il ponte Mosca (è il più antico di Torino, datato 1830) e il nuovo ponte dedicato all'ex vice-sindaco di Torino Domenico Carpanini.


ponte Mosca

il ponte ferroviario , sono evidenti i martinetti che hanno sollevato la struttura in occasione delle recenti piogge.

Quest'ultima opera, è stata realizzata in quanto il vecchio ponte Principessa Clotilde fu irrimediabilmente danneggiato durante l'alluvione di ottobre 2000 e successivamente demolito.

il nuovo ponte Carpanini

Oggi la sponda destra del fiume, da via Cigna a corso Giulio Cesare, è stata completamente riqualificata.
Borgo Dora, sommerso dall'acqua e dal fango in quella terribile circostanza, è ritornato alla normalità e i torinesi possono di nuovo passeggiare lungo le rive, (i Lungodora) e in questa stagione sedersi sulle panchine sotto i tigli che crescono rigogliosi!

7 commenti:

  1. Sempre molto interessanti i tuoi post.Ti auguro una serena giornata,saluti a presto

    RispondiElimina
  2. grazie per farmi conoscere la città! chissà che profumo intenso sotto i tigli! dal mio giardino il profumo di questo albero si espande fino in casa. è una delizia che vorrei fermare nel tempo, ma...non posso! buona serata! Ines

    RispondiElimina
  3. Grazie Cavaliere, ti auguro una buona serata.

    RispondiElimina
  4. Ciao Ines, mi piace parlare della mia città e vado proprio a cercare quelle particolarità che la rende unica; Penso che in ogni città ci siano posti tanto belli quanto sconosciuti, ed è un peccato...!
    Buona serata, un caro saluto.

    RispondiElimina
  5. Raccontare i luoghi che si vivono nel quotidiano è sinonimo di rispetto e di amore per la nostra terra.
    Ciao Sirio, un caro saluto e buona settimana, Roberta.

    RispondiElimina
  6. ...e tu Roberta in queste cose sei molto, ma molto ferrata!
    Buona serata, un caro saluto.

    RispondiElimina
  7. Che bella anche la nuova intestazione!

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven