giovedì 8 aprile 2010

IL CERONDA

Il Ceronda in primavera
Cari lettori,oggi ritorno a parlare di natura.
Quante volte ho già citato il nome del Ceronda da quando ho aperto il blog?
Parecchie, perchè è il corso d'acqua della mia città e ne ha condiviso la storia più della Stura di Lanzo che scorre un pò più lontana.

E' classificato come torrente, anche se di solito non va in secca perchè viene alimentato in modo importante dalla falda acquifera sotterranea, nella nostra zona molto abbondante.
Nasce dalla confuenza di tre rami, il più importante dei quali è il Rio dell'Aldrit che ha la propria sorgente poco sotto il Monte Colombano, a circa 1350 mt. di quota, nelle Alpi Graie
Nel suo percorso di soli 22 km, attraversa i territori di Varisella , Fiano, La Cassa, Druento e Venaria Reale, prima di sfociare nella Stura di Lanzo.

Questo corso d'acqua, rischiò il collasso totale proprio nel territorio cittadino in quanto alcune industrie come la SNIA VISCOSA prima, la Cromodora poi, lo utilizzarono per eliminare gli scarti di lavorazione.
Fu un disastro ambientale impressionante, ricordo i pesci morti che galleggiavano in superficie...
Vennero presi i necessari provvedimenti.
Successivamente la SNIA andò via da Venaria, la Cromodora cambiò proprietà e gestione, non produsse più i paraurti cromati che ornavano le automobili di un tempo, e il torrente ritornò a nuova vita.

Oggi il tratto che scorre nel Parco Regionale della Mandria è zona protetta, la pesca sportiva è possibile praticarla nel tratto più a monte, in un'acqua particolarmente limpida e pulita dove sono presenti: trote fario ed iridee,alborelle e vaironi : Come se il Ceronda volesse riguadagnarsi l'antico nome, "Chiaronda" !

15 commenti:

  1. Interessante descrizione, Sirio. io amo andare lungo i torrenti o i piccoli fiumi che si trovano qui, nella mia zona in Toscana, per scattare fotografie. La natura lungo i corsi d'acqua è sempre affascinante e ricca di flora e fauna.

    Cri

    RispondiElimina
  2. Io l'ho visto ieri il Ceronda, che belle acque pulite scorrevano.

    RispondiElimina
  3. Io non ho avuto quella fortuna di vedere questo torrente e le sue candide acque , ma la tua descrizione
    è stata tanto chiara che basta chiudere gli occhi per vederlo.
    Buona serata caro Sirio.
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. È bello poter vivere il torrente che passa vicino a casa...io lo faccio e ritengo questi momenti unici, sono contenta che anche tu lo possa fare!!!
    Adesso vado ad ascoltare stella fischiare...stamattina non avevo le casse!
    Ciao Sirio e grazie per gli auguri;))

    RispondiElimina
  5. Cristina, posso affermare la stessa cosa;i corsi d'acqua hanno sponde tutte da scoprire e riservano sorprese inimmaginabili, basta non fare imprudenze.
    Un caro saluto, buona serata!

    RispondiElimina
  6. Sì stellina, per fortuna adesso è di nuovo così anche a Venaria.
    Un corso d'acqua che ritorna a vivere è un beneficio per tutti!

    Un bacione, buona serata.

    RispondiElimina
  7. Caro Tomaso, vederlo così è molto idilliaco...ma il Ceronda ha fatto anche dei disastri anni addietro, e le piene fanno veramente paura!
    La fortuna di Venaria sta nel fatto che il centro storico e la maggioranza della città sia ubicata sulla riva "alta", ma sull'altra sponda sono dolori...!!
    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  8. Roberta, è vero. Io ci vado apposta tutte le volte che mi è possibile, con qualsiasi tempo.
    Buona serata e...buon ascolto!!

    RispondiElimina
  9. Bella descrizione su questo corso d'acqua.Ti auguro una buona giornata,saluti a presto

    RispondiElimina
  10. Speriamo che torni al più presto con l'antico nome!!!...

    RispondiElimina
  11. Avere un torrente che ti passa vicino a casa e molto bello e se hai la fortuna che e pulito, ti senti dentro la natura. Mi viene tristemente in mente lo scempio del Lambro rovinato dal petrolio.
    Buona vita, Viviana

    RispondiElimina
  12. Cavaliere sono zone che conosco da sempre, essendoci nato.
    Buona fine settimana!

    RispondiElimina
  13. Pino, sembra proprio che sia sulla buona strada.
    Recentemente il Comune di Venaria Reale ha ricevuto il premio Award Ecohitech 2009, proprio per l'attenzione rivolta all'ecologia.
    Un buon inizio, no?

    Buona serata.

    RispondiElimina
  14. Viviana, ci sono voluti anni di impegno ( e anche di calamità naturali, purtroppo) perchè la salute del Ceronda venisse riportata in buone condizioni.
    Il risultato per fortuna c'è, ed è evidente.

    Ciao, un caro saluto!

    RispondiElimina
  15. Grazie della gradita visita.Ti auguro una serena domenica ,saluti a presto

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven