lunedì 11 gennaio 2010

UN PICCOLO, GRANDE ROMANO


Il "reuccio" per antonomasia della canzone italiana : Claudio Villa !

Se fosse vivo avrebbe compiuto da pochi giorni 84 anni, essendo nato a Roma il 1° Gennaio 1926, e...forse canterebbe ancora!
La storia della sua vita viaggia parallela a quella della musica italiana, quel "bel canto" che viene riconosciuto alla nostra Nazione in tutto il mondo.

Sono tante le canzoni portate al successo da questo artista, ma credo che la più significativa sia "Granada", un brano che è stato interpretato anche da nomi celebri della lirica, come Pavarotti Domingo e Carreras, lo stesso Bocelli.

Penso che il miglior modo di ricordarlo, sia appunto riproponendo questa celebre composizione.

14 commenti:

  1. proprio settimana scorsa ho visto un'intervista alla figlia...e la trovavo per certe cose così simile ....buona serata

    RispondiElimina
  2. Ho un vago ricordo di questo artista in tv, mi ricordo molto bene però la sua bella voce!
    Un caro saluto con l'augurio che sia per te una bella giornata, roberta.

    RispondiElimina
  3. Molto antipatico...Ma la sua voce è fuori discussione

    RispondiElimina
  4. Piaceva molto al mio papà....

    RispondiElimina
  5. Lo, volutamente ho presentato Villa solo come artista...!!

    Ciao, buona serata.

    RispondiElimina
  6. Sì Roberta, con la voce che si ritrovava affrontò anche partiture più impegnative, uscendo dagli schemi della musica leggera.
    Peccato per il carattere...

    RispondiElimina
  7. Ne ero a conoscenza Pino...non aveva un bel carattere, ma per la voce tanto di cappello.

    RispondiElimina
  8. Ty, penso che abbia appassionato più di una generazione!

    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  9. Come cantante ok, come uomo non mi piaceva.

    RispondiElimina
  10. Eh sì stellina, aveva quel dono...ma per altro non eccelleva di certo!

    RispondiElimina
  11. ciao Sirio, mi ricordo che la mamma ascoltava il festival di SRemo alla radio e parlava di Claudio Villa della sua voce e veniva chiamato il "reuccio"
    dico bene?

    RispondiElimina
  12. Ricordi bene, Pierangela.
    Claudio Villa partecipò al festival di Sanremo e lo vinse 4 volte, la prima nel '55 e l'ultima nel 67.
    Esattamente 20 anni dopo, durante Sanremo 87 morì e ricordo che l'annuncio lo diede in diretta Pippo Baudo.
    Rim,ane comunque una delle grandi voci che l'Italia ha di cui vantarsi.
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  13. Amavo molto le sue canzoni: spesso le ascoltavo cantate dalla mia mamma, quando la mattina faceva le pulizie: ero piccola e mi piaceva moltissimo: ce n'era una su tutte che adoravo"Pupo biondo" e, quando la sentivo mi commuovevo. Poi crescendo, ho iniziato a vedere Villa sotto un'altra luce: nulla da dire per la voce, ma per come si presentava e per come si atteggiava,non riuscivo più a sopportarlo! La modestia non era certo uno dei suoi pregi.
    Ma, ognuno è come è..

    RispondiElimina
  14. ma tu pensa che proprio ieri sera stavo parlando con amici di lui... mi sento di condividere il commento di "Stella"...

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven