sabato 12 dicembre 2009

VENARIA REALE E IL SUO AEROPORTO



Cari lettori, Venaria Reale vanta anche tradizioni aeronautiche che coprono l'intera storia del volo in Italia e si intrecciano con quella di Alenia Aeronautica.
Proprio a Venaria volò nel 1909 il Faccioli n. 1, primo aereo di progettazione e costruzione italiani. Durante la prima guerra mondiale Venaria ospitò una scuola di volo del Regio Esercito che nel 1918 giunse a brevettare 350 allievi.

Cento anni dopo Torino ha ospitato i World Air Games, l’Olimpiade dell’aria organizzate dalla Federazione Aeronautica Internazionale.

Come le Olimpiadi, la competizione internazionale dedicata agli sport dell’aria si svolge ogni quattro anni. Dopo la prima edizione del 1997 in Turchia e quella spagnola del 2001, nel 2005 la Fai interruppe le selezioni del paese ospitante, per problemi organizzativi. I World Air Games tornano a decollare per la terza edizione del 2009 e Torino ottiene l’investitura, superando altri quattro candidati: Australia, Regno Unito, Russia e Danimarca. Al risultato hanno contribuito il grande successo dei Giochi Olimpici invernali del 2006 e le credenziali della centenaria tradizione aeronautica italiana.

Attualmente, l'aeroporto Mario Santi di Venaria Reale è destinato al 34° Gruppo Squardoni AVES "Toro" che ha qui la sua base di elicotteri medi Agusta Bell 205 e da ricognizione Agusta Bell 206.

Di questa struttura militare ricordo in particolare gli anni 80, periodo in cui venne utilizzata per le esercitazioni dei paracadutisti: In lontananza, avvertivo il caratteristico rombo dei Fairchild c119 (vagone volante) che si avvicinavano, era il segnale.
Vedere tutti quegli ombrelli bianchi aprirsi uno dopo l'altro, a decine, era uno spettacolo che lasciava incantati!

P.S. L'elicottero l'ho fotogratato da distante, è sempre zona militare...


Buona fine settimana!

9 commenti:

  1. Caro Sirio, ti ringrazio di queste informazioni su contenuti che costituiscono un vanto per l'intero Paese. Torino e provincia sono avanti su tutti i fronti. E' un dato di fatto innegabile.

    Augurandoti un buon week end, ti saluto caramente.
    annarita

    RispondiElimina
  2. Le tue notizie sono sempre un sacco interessanti. Passata per augurarti un felice W.E.

    ✿ ூ Alexia ூ ✿

    RispondiElimina
  3. Cara Annarita, non avrei mai più creduto che queste esperienze e queste ricerche un giorno le avrei condivise in questo modo...un blog era lontanissimo dal mio modo di vedere, di comunicare.
    Ora,sono convinto che non potrei farne a meno.
    Il tuo commento mi è di ulteriore sprono, per questo ti ringrazio.

    RispondiElimina
  4. Ciao Alexia, buona fine settimana pure a te!
    Un "grazie" per il tuo commento, mi fa molto piacere.

    A presto!

    RispondiElimina
  5. Se non sbaglio l'ultimo volo del c119 ci fu nel 79. Fu sostituito dai c130 e dai g222. Un bel esemplare si può ammirare nel museo
    "Piana delle orme" di Latina...Gran bella macchina e se fosse possibile un giretto ce lo farei volentieri!

    RispondiElimina
  6. Non sapevo dell'esistenza di questo museo.
    Tu pensa che mi sono entusiasmato agli aerei seguendo ( e portando) mio figlio a fare lo spotter, negli anni 90. Lui era come una mascotte di un gruppo di appassionati, avrebbero voluto portarselo chissà dove...purtroppo non fu possibile, però le esperienze non mancarono ugualmente, per entrambi.
    Ciao Pino, buona serata!

    RispondiElimina
  7. Non ti è venuto in mente, mentre fotografavi l'elicottero che, forse, i militari non vogliono queste fotografie???
    Una volta c'erano tanti di quei cartelli che rammentavano il divieto di fare fotografie perché "zona militare".

    RispondiElimina
  8. Ciao Sergio,i cartelli "zona militare" ci sono ancora eccome, non c'è più quello che vieta le fotografie.
    Nonstante questo, e conoscendo le restrizioni alla Alenia di Caselle (l'aeroporto di Torino) mi sono tenuto molto alla larga dalle recinzioni,utilizzando il teleobiettivo alla massima lunghezza focale.
    Ciao, buona serata!

    RispondiElimina
  9. Caro sirio, non sapevo che Venaria avesse l'aeroporto.
    E' ancora funzionante?

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven