sabato 10 ottobre 2009

IL CIGNO DI BUSSETO


Cari amici, il mio pensiero oggi va al grande "cigno" di Busseto, Giuseppe Verdi, nell'anniversario della sua nascita.
Non ci sono parole atte a descrivere questo sommo musicista italiano, le sue musiche sono famose in tutto il mondo.
Non aggiungo altro, vi auguro una buona fine settimana con il coro del Nabucco, più volte proposto come l'Inno Nazionale Italiano.

Buon ascolto!

21 commenti:

  1. Grazie Sirio!:)
    Certamente un ottimo risveglio questo.

    RispondiElimina
  2. Peccato che c'è chi vuole portarcelo via!!!
    Non sanno che il W V.E.R.D.I., che scrivevano gli italiani di allora, aveva un ben preciso significato

    RispondiElimina
  3. Musica sublime, peccato che qualcuno la strumentalizzi politicamente.
    Voglio cambiare i due video che ho sul blog, mi dai un consiglio?
    Buona vita, Viviana

    RispondiElimina
  4. Grande Verdi, grande il va pensiero.
    ciao sirio, buona serata, roberta

    RispondiElimina
  5. grazie sirio, sempre gentile
    un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Non potevi scegliere meglio caro Sirio! Il coro è meravigliosamente sublime. Un pensiero di grande rispetto e riconoscenza a Verdi che ha dato gran lustro all'Italia.
    Buona domenica

    RispondiElimina
  7. Grande Verdi.
    Ottima scelta, Sirio.

    RispondiElimina
  8. Ciao Sirio,
    grande Verdi!
    ...a proposito di musica, ti ho lasciato da Stella un cd,registrato da Domenico questa estate quando hanno eseguito il "CONCERTO TRA LE TORRI" ad Albenga...buon ascolto da parte mia e sua.

    RispondiElimina
  9. Ciao Guernica, un risveglio in musica è tra quelli che preferisco, specialmente con "certa" musica...

    Un caro saluto, e buon inizio di settimana!

    RispondiElimina
  10. Caro Sergio, Verdi fu un patriota convinto.
    Allora si parlava veramente di "Italia Unita", e i referendum popolari non esistevano ancora...

    RispondiElimina
  11. Viviana, questa musica secondo me va oltre le strumentalizzazioni.
    Un Inno deve essere solo Nazionale, non altro...!!

    Un caro saluto, a presto.

    RispondiElimina
  12. Ciao Roberta, ho scelto Toscanini quale degno interprete Verdiano e la magia dell'Orchestra del Teatro alla Scala di Milano perchè si tratta di un'incisione storica.
    Naturalmente senza voler togliere nulla ai grandi direttori d'orchestra che abbiamo la fortuna di avere .

    Un caro saluto!

    RispondiElimina
  13. Ciao Pierangela, spero che tu abbia passato una giornata "con i fiocchi"...

    Grazie, buona serata.

    RispondiElimina
  14. Cara Paola,credo che il "Peppino" nazionale abbia contribuito in maniera notevole alla formazione della nostra Italia.
    La sua musica ha fatto il resto!

    Un abbraccio, buon inizio di settimana

    RispondiElimina
  15. Ciao stellina, grazie!
    Considero Verdi uno dei "Monumenti" del genere classico, un grande come dici tu, non solo per la nostra Nazione ma a livello mondiale.

    Buona serata, un bacione!

    RispondiElimina
  16. Grazie Sara, grazie Domenico!
    Mi ha fatto molto piacere il pensierino che mi avete lasciato da stella, lo ascolterò con indubbio interesse.

    Un caro saluto ad entrambi, buona serata!

    RispondiElimina
  17. La canzone è bellissima: peccato sia in questo periodo strumentalizzata per fini, secessionisti.
    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  18. Lo so Marco, e questo mi dispiace!
    La musica è veicolo di sentimenti e di unità a livello universale, usarla per scopi propagandistici e di "bassa lega" è deprimente...penso che Verdi, se fosse ancora vivo, li prenderebbe a palate...!!

    Buon inizio di settimana.

    RispondiElimina
  19. avevo totalmente dimenticato questo anniversario.

    RispondiElimina
  20. ArrGianf non preoccuparti, in questo momento ci sono ben altre cose che affliggono te e i tuoi corregionali...!!

    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  21. e si Sirio hai ragione, cmq si parla molto del Ponte di Messina... sul blog ho messo dei video dell'ingegner cane divertentissima sull'inutilità del ponte... non so perchè ma è un caso che la tragedia è venuta e Berliusconi anche stavolta ha vinto?

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven