mercoledì 26 agosto 2009

IL CALYPSO : UNA MUSICA, UNA VOCE

Uno scorcio di Trinidad

Cari amici, chi di noi non ha mai sognato una vacanza nei Caraibi?
Io sì, anche se dalle vacanze sono appena tornato. . . ! !

E' in queste isole da sogno, più precisamente a Trinidad che nasce il Calypso, agli inizi del ' 900

Le sue origini vanno ricercate nei metodi di comunicazione usati tra gli schiavi nelle piantagioni. Successivamente all'importazione, da parte dei francesi, del Carnevale nell'isola, il Calypso venne utilizzato come elemento folcloristico e così aumentò la sua popolarità, che esplose dopo l'abolizione della schiavitù nel 1834.

La musica Calypso fu spesso censurata, soprattutto dai Britannici, a causa del suo contenuto politico e di forte protesta, spesso scomodo alle autorità: i "Calypsos" infatti denunciavano spesso le tragiche condizioni in cui lavoravano o vivevano, e i politici corrotti. Ma la censura non li fermò e, anzi, aumentò il loro desiderio di ribellione.

Il Calypso esplose come genere nel 1956 quando Harry Belafonte, soprannominato appunto "Re del Calypso", utilizzando una variante più attenuata, e quindi più commercializzabile del genere, pubblicò nel suo disco" Calypso" una riedizione di Banana Boat Song, una canzone tradizionale giamaicana che ebbe successo immediato.

Harry Belafonte ha messo la sua straordinaria voce al servizio dell'UNICEF, in particolare dei bambini dell'Africa. Ha già tenuto parecchi concerti di beneficenza a favore dei bambini ruandesi.

Harry Belafonte
E' attivamente impegnato nelle campagne in difesa dei diritti civili, nel 1985 partecipò al video "We Are The World".

Ancora oggi l'arzillo ultra-ottantenne interprete di "banana boat" si prodiga in missioni umanitarie a favore dei più piccoli, dei più poveri.

Una curiosità: IL Calypso è anche una bella orchidea di taglia media (può raggiungere i 60 cm), che d'inverno assume una colorazione rosa-viola. E' un sempreverde.

16 commenti:

  1. Bravo Belafonte!

    Bentornato Sirio ;)

    RispondiElimina
  2. Hao Sirio!
    Appena torni dalle vacanze sfuculei chi ci deve ancora andare, parlando dei Caraibi?
    no...non è gisto!

    RispondiElimina
  3. Buone vacanze caro Sirio, io intanto sognerò i Caraibi ascoltando Belafonte

    RispondiElimina
  4. Ciao Romano, grazie per l'accoglienza!
    Per te niente vacanze? Ogni tanto occorono, servono sia al corpo che allo spirito.

    Un caro saluto!

    RispondiElimina
  5. Ciao Sara, tranquilla...per quest'anno penso proprio di aver finito.
    ...E poi come faccio a stare per tanto tempo lontano dai miei amici?

    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  6. Ciao Tomaso, grazie per l'augurio ma...le vacanze sono finite!

    Un caro saluto, a presto.

    RispondiElimina
  7. ciao sirio, bentornato dalle vacanze.

    RispondiElimina
  8. Ciao sirio ben tornato e grazie per ottima musica, a presto, roberta.

    RispondiElimina
  9. Caro Sirio, bentornato! Hai ripreso con informazioni suggestive sul Calipso...non sapevo fosse anche un'orchidea!:)

    Un caro saluto
    annarita

    RispondiElimina
  10. Buongiorno, Pierangela!
    Grazie, a presto.

    RispondiElimina
  11. Ciao Roberta, musica che fa sognare...ma credo che il mare sia bello ovunque, naturalmente Liguria compresa!

    Buona giornata.

    RispondiElimina
  12. Ciao Annarita, grazie per l'accoglienza.
    Ho scoperto per caso che ci fosse un'orchidea con questo nome, ho incominciato ad appassionarmi alle piante da quando faccio consegne floreali, e non è da molto.

    Buona giornata!

    RispondiElimina
  13. Bentornato dalle ferie, io le finisco domani e si ricomincia nuovamente il solito tran tran. Hai una bella passione, io purtroppo non ho il pollice verde e mi spiace. Buona vita, Viviana

    RispondiElimina
  14. Grazie Viviana, buon...ricomincio!
    Non sono molti anni che ho questa passione, a volte la vita cambia in maniera impressionante...anche quando meno te lo aspetti.

    Ciao.

    RispondiElimina
  15. Ebbene sì stellina, pure io!

    Ciao, a presto.

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven