venerdì 31 luglio 2009

GOCCIOLINA NON VA IN VACANZA


CI RISIAMO.

Come ogni anno, in questo periodo pare che ci si dimentichi che ci sono realtà come gli ospedali che in vacanza proprio non vanno.

Riporto integralmente l'articolo pubblicato su "La Stampa" del 28 luglio scorso, con l'appello dei medici delle Molinette, il più grande ospedale della Regione Piemonte.

"Come ogni anno nel periodo estivo si fa più acuta la carenza di sangue. Il Servizio trasfusionale «Banca del sangue e del plasma della Città di Torino» necessita di sangue di tutti i gruppi per i pazienti ricoverati e per le emergenze.
Si invitano, quindi, tutte le persone in buona salute e di età compresa tra i 18 ed i 65 anni, a presentarsi presso la Sala prelievi del Servizio trasfusionale, dove un medico verificherà l’idoneità alla donazione.

«La domanda di sangue - si sottolinea dall’ospedale piemontese - è cresciuta notevolmente negli ultimi anni, perchè sono aumentati i trapianti e gli interventi in genere.

A fronte di questa maggiore richiesta, che nel periodo estivo ha un ulteriore incremento a causa dei numerosi incidenti stradali, si è riscontrata una diminuzione dei donatori. È ciò che è più grave - si dice ancora - è che sono i giovani coloro che sono sempre meno sensibili alla cultura della donazione».

I medici delle Molinette sottolineano, quindi, «un paradosso»: « la scienza medica progredisce e può salvare molte più vite, ma se manca il sangue tutto diventa inutile. Ad esempio: un trapianto richiede il contributo di molti donatori di sangue, a volte anche più di cento. Ebbene - concludono - è possibile salvare una vita e a queste 100 persone donare sangue non procura dolore, non danneggia il fisico e non comporta pericolo».

Cari lettori, come sapete io sono volontario AVIS. Avendo fatto l'ultima donazione all'inizio di luglio non mi è possibile farne ulteriori prima che siano trascorsi 90 giorni.

Chi ha la possibilità lo faccia, con una goccia si può salvare una vita...!!

12 commenti:

  1. Caro Sirio, è triste sapere che la cultura della donazione sia in calando presso i giovani. Penso che si dovrebbe puntare molto sull'educazione in tal senso sia da parte delle famiglie che da tutte le componenti educative, scuola in primis.

    Un caro saluto.
    annarita

    RispondiElimina
  2. Condivido il pensiero di Annarita.

    RispondiElimina
  3. E' un vero peccato! per quanto riguarda la mia famiglia, ha iniziato il mio minore e gli siamo andati tutti dietro. Comunque come dice Annarita, dovrebbe esistere un altro sistema per educare e incentivare la voglia a donare nei giovani.
    Ciao, buona giornata

    RispondiElimina
  4. Smack grazie per la canzone sei stato stupendo...

    RispondiElimina
  5. Ciao Sirio, condivido ho un marito donatore e sono oorgogliosa di questo atto d'amore che sa fare.
    Bella la foto!! Ciao

    RispondiElimina
  6. Hai detto benissimo Annarita, educazione...perchè ai giovani non manca l'altruismo e tra di loro sono molto solidali.
    L'AVIS fa promozione pubblicitaria ma è piuttosto contenuta, richiama molto di più un appello lanciato dai medici tramite stampa (anche TV, ho visto).
    Buona serata!

    RispondiElimina
  7. Ciao stellina, penso proprio che tra i tuoi ex-alunni ci siano molti donatori/ donatrici, se hanno appreso da te i valori di cui parli nel tuo blog...!!

    Buona serata.

    RispondiElimina
  8. Cara Paola, la grande maggioranza dei valori che hanno i giovani parte dalla famiglia, seguita a ruota dalla scuola appunto.
    Complimenti a te e ai tuoi cari!

    Buona serata.

    RispondiElimina
  9. Cara Nella, è stato un piacere!

    RispondiElimina
  10. Uau Sara, un donatore in più che conosco, che bello!

    Hai perfettamente ragione, è un atto d'amore che può salvare una vita, e questo per me è un dovere morale; non solo, in questo modo tengo anche sotto controllo il mio stato di salute, che è una grande cosa!

    Buona serata.

    RispondiElimina
  11. Ciao Romano, buon inizio di Agosto!

    Un caro saluto.

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven