martedì 30 giugno 2009

I MONTI PALLIDI


Un' immagine delle dolomiti friulane: tondi di Faloria

l’Italia è senza dubbio uno dei paesi più ricchi al mondo di opere d’arte, di valore storico artistico o ambientale. Lo conferma anche la lista dei siti inseriti dall’Unesco nel patrimonio mondiale dell’umanità: il nostro paese è quello che ne possiede di più.

Con l'iscrizione delle Dolomiti, i siti Unesco italiani diventano 44: un primato mondiale raggiunto anche grazie all'impegno e alla cura che la comunità dolomitica, per generazioni, ha messo nel preservare e valorizzare questo affascinante mondo.

Conosciute anche come "monti pallidi" per la loro particolarissima composizione,tra cui la dolomia, le dolomiti del Friuli-Venezia Giulia sono le più "selvagge", per cui offrono all'escursionista sentieri e paesaggi che non si ritrovano altrove.

Purtroppo anche questo sistema montuoso di incomparabile bellezza, subisce pesantemente i danni causati dall'inquinamento: le Dolomiti e il Veneto sono a rischio, come potete leggere qui.

Cari lettori, ad un appassionato di montagna come me non poteva passare inosservato questo prestigioso riconoscimento all'Italia, in particolare a queste montagne che ho avuto la fortuna di visitare, anche se solo una volta.

E' nativo di queste zone uno dei più celebri canti di montagna, "Stelutis Alpinis".
Venne composta da Arturo Zardini, Friulano DOC di Pontebba (Udine) durante la prima guerra mondiale, quando il compositore era esule a Firenze.


18 commenti:

  1. Sirio grazie, bellissimo questo video. Hai fatto vedere molte cose belle le cime innevate, un bellissimo canto ma soprattutto questi giovani uomini. Facce pulite, cuori puliti, amanti della montagna e del canto incuranti della fatica e del freddo. Davvero una meraviglia che solleva il cuore alla speranza per il futuro. Non tutto è grande fratello.
    Ti abbraccio A

    RispondiElimina
  2. Ciao Aliza,grazie di cuore.
    Cantare (come suonare) in alta quota è una soddisfazione incredibile proprio perchè voluta e conquistata.
    Ho avuto fortuna nel trovare un video che rispecchiasse questi valori,a cui io do moltissima importanza.
    Adesso forse non ce la farei più fisicamente,ma l'entusiasmo è rimasto lo stesso!

    Ricambio l'abbraccio, buon pomeriggio.

    RispondiElimina
  3. Pallidi!???
    Per me hanno una bellissima cera!^_^

    Certo che in Italia abbiamo davvero posti stupendi...peccato per il resto.

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Purtroppo non conosco le Dolomiti Friulane, sono stata però nel trentino ed ho visto quelle del posto. Ciao e buona giornata da Maria

    RispondiElimina
  5. Amo tanto la montagna ma purtroppo non posso frequentarla. Non conosco le dolomiti ma so che sono un posto favoloso di cui non ci si puo dimenticare se si vede.
    Questa mattina, ho sentito un cd del coro della SAT, sublime.
    Buona vita, Viviana

    RispondiElimina
  6. Ciao Guernica, hai ragione! Mi ricordo una canzone di Celentano,tra l'altro dice: il mondo è bello, siamo stati noi a rovinarlo...
    e le dolomiti non fanno eccezione,purtroppo!

    P.S. mi sembra che fosse "Mondo in MI settima..."

    RispondiElimina
  7. Ciao Maria, ben tornata!
    Credo che tutte le Dolomiti sono stupende, indipendentemente dal territorio...

    Buona giornata!

    RispondiElimina
  8. Ciao Viviana, hai detto niente,il coro della SAT...
    Ricordo un aneddoto su questa formazione assai curioso e anche un pò discriminante: Non si presentavano più ai concorsi...perchè invariabilmente vincevano!

    RispondiElimina
  9. Caro sirio, ti ringrazio di questo post. Conosco i Monti Pallidi, unici nel loro genere, un patrimonio naturalistico di incomparabile preziosità.

    Purtroppo Lombroso ha ragione. Le emissioni di gas serra stanno distruggendo l'intera biosfera. Non bisognerebbe aspettare la conferenza di Copenaghen per cominciare ad attuare una politica a favore della ecosostenibilità

    Obama si è già mosso con determinazione al riguardo, facendo dei passi importanti...mentre l'Italia sta a guardare ancora.

    Passa da Scientificando a leggere l'ultimo post "The story of stuff di Annie Leonard". Ci sono dei filmati che tutti dovrebbero guardare.

    Un caro saluto
    annarita

    RispondiElimina
  10. Ciao Annarita,quante volte abbiamo copiato dagli americani...spero proprio che questa volta il nostro Governo,prendendo esempio da Obama,si muova sul serio!!

    Passerò volentieri da Scientificando,certamente!

    Buona serata.

    RispondiElimina
  11. ciao sirio, grazie dei tuoi commenti, mi sono ripresa dalla stanchezza della maratona fotografica, ed eccomi a leggere il tuo blog che è sempre interessante

    RispondiElimina
  12. anche io sono stato contento della nomina delle dolomiti come patrimonio dell'umanità, complimenti al coro

    RispondiElimina
  13. Complimenti, bel post e bel video.

    Un caro saluto :)

    RispondiElimina
  14. Grazie Pierangela, allora...quanto prima vengo a trovarti!

    Buon pomeriggio.

    RispondiElimina
  15. Ciao Carmine,anche secondo me è un riconoscimento che ci deve inorgoglire, giustamente!
    Ho scelto questo video proprio perchè è stato un "concerto in alta quota", e si vede...

    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  16. Ciao stellina, con il caldo che sta facendo una boccata d'ossigeno ci voleva proprio!
    Il panorama poi, è fuori discussione...

    Buon pomeriggio, a presto!

    RispondiElimina
  17. Grazie Romano, forse si capisce che sono un patito della montagna...senza tuttavia disconoscere che il mare ha le sue benefiche proprietà!

    Ciao, un caro saluto.

    RispondiElimina

Se hai qualcosa da dire fallo pure, ricorda solo le due uniche regole che vigono qua: rispetto per tutti offese per nessuno. Ciao!

Questo blog non consente commenti anonimi.

" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven