domenica 26 marzo 2017

Quando l'uomo è anche leggenda . . .





150 anni fa nasceva a Parma Arturo Toscanini. Considerato uno dei più grandi direttori di ogni epoca per l'omogeneità e la brillante intensità del suono, la fenomenale cura dei dettagli, l'instancabile perfezionismo e la memoria visiva prodigiosa, viene ritenuto in particolare uno dei più autorevoli interpreti di Verdi, Beethoven, Brahms e Wagner.

 Fu uno dei più acclamati musicisti della fine del XIX e della prima metà del XX secolo, acquisendo fama internazionale anche grazie alle trasmissioni radiofoniche e televisive e alle numerose incisioni come direttore musicale della NBC Symphony Orchestra..

 A Torino, l'auditorium della Rai di piazza Rossaro, è stato intitolato al grande Maestro nel 2007, in occasione del cinquantesimo anniversario della sua scomparsa.

 Cari amici, piuttosto che le parole penso che sia la musica ad esprimere quanto è già stato scritto di questo nostro illustre rappresentante.

Propongo all'ascolto l'ouverture del "Guglielmo Tell " di Gioacchino Rossini.

La registrazione è del 15 marzo 1952 al Carnegie Hall di New York, il Maestro dirige la NBC Symphony Orchestra.



 


mercoledì 8 marzo 2017

8 marzo 2017


la Mole Antonelliana "en rose "

Recitano i versi di una canzone : "donna, cosa non si fa per te..."
Purtroppo - e la cronaca di questi giorni lo conferma - tante volte restano solo parole,  la realtà in molti casi è ben più triste e contraddice esattamente quel testo.

Inoltre, questa data è stata mistificata a sorta di "evento commerciale", che ha ben poco da condividere con quanto avvenne  nel lontano 1908, quando a New York, 129 operaie dell'industria tessile Cotton scioperarono per protestare contro le terribili condizioni in cui erano costrette a lavorare.

Lo sciopero si protrasse per alcuni giorni finché, l'8 marzo , il proprietario Mr. Johnson bloccò tutte le porte della fabbrica per impedire alle operaie di uscire dallo stabilimento.
Ci fu un incendio doloso e le 129 operaie prigioniere all'interno dello stabilimento morirono arse dalle fiamme.

Per questa ricorrenza che viene celebrata a livello internazionale, desidero dedicare alla mia donna e a tutte le donne del mondo una conosciutissima composizione di L.V. Beethoven


Per Elisa (titolo originale fur Elise) è un pezzo per pianoforte composto nel 1810. Il genere è quello della “Bagatella” che è un componimento molto semplice e leggero di musica da camera, sebbene in forma di Rondò, in La minore. Si pensa che il brano sia stato dedicato da Beethoven alla donna amata del momento, Therese Malfatti.


.Auguri, e buon ascolto!




" La musica é il vincolo che unisce la vita dello spirito alla vita dei sensi, ed é l'unico immateriale accesso al mondo superiore della conoscenza. Nella musica l'uomo vive, pensa e crea".

Ludwig Van Beethoven